TEATRO DAL VERME
Notizie
| PAG 1 DI 1 |
DATA TITOLO
MARTEDÌ 08 FEBBRAIO 2022
ATTENZIONE AI CANALI DI VENDITA NON AUTORIZZATI

I Pomeriggi Musicali, gestori del Teatro Dal Verme, ribadiscono che i seguenti siti: www.seatwave.it, www.mywayticket.it, www.worldticketshop.it, www.viagogo.it, non sono autorizzati alla vendita dei biglietti per gli spettacoli in programma presso il Teatro Dal Verme. Sulle pagine evento dei singoli spettacoli sul sito del Teatro Dal Verme è presente la sezione BIGLIETTERIA con l'indicazione del circuito di vendita ufficiale e il tasto di collegamento ad esso.

 

NESSUN CANALE - DIVERSO DA QUELLO INDICATO SULLE PAGINE EVENTO DEL SITO WWW.IPOMERIGGI.IT - RISULTA AUTORIZZATO ALLA VENDITA DEI BIGLIETTI PER GLI SPETTACOLI IN SCENA AL TEATRO DAL VERME.

VENERDÌ 15 GENNAIO 2021
22/01/2021: The Legend of Morricone

Tributo alle grandi musiche e agli straordinari capolavori del Maestro Ennio Morricone, uno dei più grandi compositori musicali, riarrangiati e proposti in un concerto teatrale di grande impatto emotivo dall'Ensemble Symphony Orchestra. Annunciata una nuova data a Milano nel 2021.

VENERDÌ 27 NOVEMBRE 2020
Ludovico Einaudi

Per informazioni in merito ai concerti del M° Ludovico Einaudi inizialmente programmati presso il Teatro Dal Verme nel mese di dicembre 2020 vi invitiamo a consultare https://ponderosa.it

 

GIOVEDÌ 16 LUGLIO 2020
Aperta la Campagna Abbonamenti alla 76a Stagione Sinfonica dell'Orchestra I Pomeriggi Musicali

Europa, volti di una tradizione
Al Teatro Dal Verme 23 settimane di programmazione da ottobre 2020 a maggio 2021
Inaugurazione l’8 e il 10 ottobre con Beethoven diretto da James Feddeck e il pianista Marc-André Hamelin
Tre prime assolute di Marco Tutino, Alberto Cara e Attilio Foresta Martin


Si guarda avanti con ottimismo e fiducia, e soprattutto con il sostegno del pubblico che sin dalla riapertura del 15 giugno scorso frequenta la stagione estiva, desideroso di ricominciare ad ascoltare la musica dal vivo.
Così la Fondazione I Pomeriggi Musicali di Milano presenta la 76a Stagione concertistica 2020/2021, preparata dal direttore artistico Maurizio Salerno: una programmazione lungo ventitré settimane da ottobre 2020 a maggio 2021, in cui – com’è nella tradizione dell’Orchestra milanese – si alterneranno sul podio e fra i solisti nomi celebri del concertismo internazionale, giovani emergenti da scoprire e programmi che accanto al più consolidato repertorio offrono al pubblico inusuali occasioni di riscoperte e novità contemporanee.

«Prosegue, con la 76ma stagione dei Pomeriggi Musicali, l’excursus attraverso i volti di quella che amiamo considerare un’unica, seppure composita e plurale, tradizione musicale Europea – afferma il direttore generale e artistico Maurizio Salerno –. La sua storia “unitaria” antecede ogni successiva aspirazione culturale e politica europeista. Per dirla con Hegel, se la filosofia è come la civetta, uccello sacro a Minerva ed emblema di saggezza, che spicca il volo al crepuscolo quando i destini della storia si sono ormai compiuti, la musica è l’araldo che annuncia e anticipa l’alba di questi destini: il repertorio europeo ne è un buon esempio, a condizione di riconoscerne la molteplicità, le differenze, le peculiarità espressive, le identità. Nel 2021 ricorre il 50° della morte di Stravinsky: la nostra commemorazione musicale comprende tre gemme della fase “neoclassica”, Pulcinella, Dumbarton Oaks e le Danses Concertantes. La stella polare resta il repertorio classico (Mozart e Beethoven ma anche la Creazione di Haydn) e romantico (Mendelssohn), unito alla presentazione di tre prime assolute (commissionate a Marco Tutino, ad Alberto Cara e ad Attilio Foresta Martin)».

Inaugurazione l’8 e 10 ottobre col Concerto n. 5 “Imperatore” e la Sinfonia n. 7 di Beethoven dirette da James Feddeck, musicista newyorkese vincitore del premio Solti, che torna al Dal Verme dopo la Nona che ha aperto la scorsa stagione per diversi appuntamenti; al pianoforte Marc-André Hamelin, fra i maggiori pianisti del nostro tempo.
La Stagione quindi si dipana nella successione dei vari concerti settimanali attraverso percorsi sonori che hanno in Beethoven, Händel e Mozart i “padri nobili”, affidati a bacchette di assoluto rilievo del panorama internazionale fra i quali Stefano Montanari (15 e 17 ottobre), Fabio Biondi (direttore e violinista il 29 e 31 ottobre), George Pehlivanian (21 e 23 ottobre – 15 e 17 aprile), Louis Lortie (18 e 20 febbraio), Diego Fasolis (25 e 27 marzo con la Creazione di Haydn), Alessandro Cadario (8 e 10 aprile – 13 e 15 maggio), Ottavio Dantone (22 e 24 aprile), Gabor Takacs-Nagy (6 e 8 maggio), Enrico Dindo (20 e 22 maggio).
L’omaggio a Stravinsky nel 2021 si apre con la prestigiosa bacchetta di Carlo Rizzi (14 e 16 gennaio) interprete delle Danses Concertantes e di Pulcinella insieme alla Sinfonia Classica di Prokof’ev.
Di pari valore l’avvicendarsi dei solisti chiamati a interpretare celebri pagine concertistiche che fanno assaporare la vitalità e la presenza del medesimo soffio cosmopolita nell’Europa musicale d’oggi: fra loro il violoncellista Daniel Müller-Schott (concerto di Saint-Säens il 5 e 7 novembre), il sassofonista Federico Mondelci (per un programma sul novecento storico), due virtuosi dell’archetto di scuola russa come Pavel Berman (28 e 30 gennaio con Strauss) e Sergej Krylov (4 e 6 marzo, tutto Mandelssohn), il primo clarinetto dei Pomeriggi Marco Giani (25 e 27 febbraio con Mozart), il pianista Nicholas Angelich (11 e 13 marzo, Concerto n. 3 di Beethoven), due generazioni di violinisti italiani a confronto con il giovanissimo Giuseppe Gibboni (8 e 10 aprile con Čajkovskij) e Marco Rizzi (15 e 17 aprile con Schumann).
Tre saranno le prime assolute, costante della programmazione annuale: la Sinfonia commissionata a Marco Tutino dai Pomeriggi Musicali, affidata alla bacchetta di James Feddeck (18 e 20 marzo), e Maillon de la Cadène di Attilio Foresta Martin, brano vincitore del primo premio del concorso di composizione dei Pomeriggi Musicali, e un brano di Alberto Cara.
Il 20 dicembre, fuori abbonamento, concerto di Natale con i Valzer di Strauss diretti dal giovane Alessandro Bonato.

I concerti sono programmati come sempre il giovedì alle ore 20 e il sabato alle ore 17 al Teatro Dal Verme.
Parte subito la campagna di rinnovo e vendita degli abbonamenti.

Qui trovi il calendario completo


Floriana Tessitore
Ufficio stampa I Pomeriggi Musicali

MARTEDÌ 19 MAGGIO 2020
PFM canta De André

RINVIATE A MARZO 2021 LE ULTIME DATE DEL FORTUNATISSIMO TOUR “PFM CANTA DE ANDRÉ - Anniversary”


A causa dell’emergenza sanitaria e alla luce delle relative disposizioni governative in tema di salute pubblica, sono state RINVIATE A MARZO le ultime date del fortunatissimo tour “PFM canta De André – Anniversary” previste per settembre 2020 a Milano, Brescia e Padova.

 

Queste le nuove date del tour “PFM canta De André – Anniversary” (organizzato da D&D concerti con il patrocinio morale della Fondazione Fabrizio De André):

 

8 marzo 2021 – MILANO – Teatro dal Verme (recupero data del 28 settembre 2020)

12 marzo 2021 – BRESCIA - Gran Teatro Morato (recupero data del 25 settembre 2020)

13 marzo 2021 – PADOVA – Gran Teatro Geox (recupero data del 26 settembre 2020)

 

I biglietti già acquistati per gli show previsti per settembre 2020 rimangono validi per gli show di marzo 2021.

 

“PFM canta De André - Anniversary” come in precedenza avrà sul palco una formazione spettacolare con due ospiti d’eccezione: Flavio Premoli (fondatore PFM) con l’inconfondibile magia delle sue tastiere e Michele Ascolese, storico chitarrista di Faber.

 

PFM Premiata Forneria Marconi ha uno stile unico e inconfondibile che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un'unica entità affascinante. Nata nel 1970 (discograficamente nel 1971), la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo sulla scena internazionale che mantiene tutt’oggi.

Nel 2017 PFM è stata premiata con la posizione n. 50 nella "Royal Rock Hall of Fame" tra i 100 artisti più importanti del mondo, mentre nel 2018 ha ricevuto a Londra il prestigioso riconoscimento come “International Band of the year” ai Prog Music Awards UK. Nel 2019 ha partecipato - per la terza volta - alla “CRUISE TO THE EDGE” (fino ad oggi unico artista italiano che ha partecipato all’evento), facendo tappa per una breve tourneé in UK, per approdare poi alla prima parte del fortunatissimo tour “PFM CANTA DE ANDRE’ ANNIVERSARY”. Durante l’estate ha portato in tutta Italia il “TVB Tour” in cui PFM ha presentato il proprio repertorio. Tra “TVB” e “PFM canta De André – Anniversary” PFM ha superato gli oltre 100 concerti nel 2019! Sempre nel 2019 ha ricevuto anche diversi premi e riconoscimenti tra cui il Premio Nazionale Franco Enriquez, il Premio Miglior Tour (Rock targato Italia), il Premio Pierangelo Bertoli “ITALIA D’ORO” e infine la rivista inglese “PROG UK” nomina Franz Di Cioccio tra le 100 icone della “musica che hanno cambiato il nostro mondo” (unico musicista del mondo latino).

| PAG 1 DI 1 |
Teatro Dal Verme Web Site 2020 All Rights Reserved | PRIVACY-POLICY | COOKIE | CREDITS